Che cosa significa il nome astaxantina?
L’etimologia deriva dalla combinazione dei sostantivi ASTACUS (in greco “granchio”, “crostaceo”) e XANTOS (in greco “giallo”), per via della presenza della molecola nei crostacei di cui colora il carapace a seguito della cottura e perché appartenente alle Xantofille (dal greco FILLOS “foglia”). L’ effettiva colorazione indotta nei crostacei a seguito della cottura, che rompe l’involucro proteico nel quale è racchiusa l’astaxantina e ne manifesta la presenza, è l’arancione.
Dove si trova l’astaxantina in natura?
In alcune microalghe, lieviti e in organismi animali acquatici (crostacei, salmonidi) e terrestri (alcune specie di uccelli). L’astaxantina derivante dalle microalghe è la fonte primaria della catena alimentare che determina la presenza successiva della molecola negli animali.
Che cos’è l’Haematococcus Pluvialis?
È un’alga unicellulare che a protezione del proprio DNA in situazioni di stress organico produce in via autonoma la molecola di astaxantina in via naturale. L’astaxantina appartiene alla classe dei composti chimici detti carotenoidi, pigmenti organici, suddivisi in due classi: i caroteni (privi di ossigeno) e le Xantofille (che invece lo contengono).
L’astaXantina appartiene alla più ampia famiglia delle Xantofille, e possiede la più alta proprietà antiossidante oggi conosciuta in una molecola organica naturale carotenoide.
Cosa sono i radicali liberi?
Sono entità molecolari molto reattive aventi vita media di norma brevissima e costituite da un atomo o una molecola formata da più atomi che presenta un elettrone spaiato: tale elettrone rende il radicale estremamente reattivo, in grado di legarsi ad altri radicali o di sottrarre un elettrone ad altre molecole vicine, producendo il fenomeno dell’ossidazione.
Nonostante la loro reattività, la maggior parte dei radicali liberi ha una vita sufficientemente lunga da permetterne l'osservazione tramite metodi spettroscopici.
Perché è cosi importante contrastare l’ossidazione prodotta dai radicali liberi?
Perché l’ossidazione (del sangue, delle cellule dei tessuti,etc) è un fenomeno silente, continuo e progressivo che induce l’invecchiamento (aging) dell’organismo umano.
I radicali liberi sono un sottoprodotto generato in tutti i fenomeni e reazioni chimiche biologiche, che riguardano la fisiologia umana: produzione di energia cellulare,sforzo muscolare, reazioni fotochimiche dovute a raggi UV, stati infiammatori, etc
Il corpo umano produce autonomamente delle sostanze antiossidanti?
Si, ma a partire dal pieno sviluppo organico, intorno ai 30 anni, la loro presenza si riduce progressivamente dando cosi vita all’invecchiamento a scatti che ci fa sentire piu’ stanchi con il progredire dell’età, ed è fonte di possibili patologie, dovute anche all’aumentato livello di ossidazione che agisce in modo deleterio sull’organismo umano.
Qual è l’effetto primario che l’Haematococcus Pluvialis di NutriXant® produce?
Riequilibrare il valore della capacità antiossidante dell’organismo.
NutriXant® contiene astaxantina naturale?
Si, proveniente dalle microalghe di acqua dolce coltivate secondo le rigorose procedure e norme del settore farmaceutico, per garantire la migliore qualità di astaxantina naturale oggi disponibile sul mercato.
L’astaxantina naturale di NutriXant® proviene dalle microalghe d’acqua dolce: Haematococcus Pluvialis, la cui etimologia deriva dal latino Haemanthus ( pianta al colore “Rosso” scarlatto) e Coccus (che significa “Sferico”, proprio come il frutto del Cocco che si mangia)
Perché è stata scelta l’astaxantina naturale della microalga Haematococcus Pluvialis?
Per diversi motivi:
Perché le microalghe sono la fonte piu’ antica di astaxantina naturale ; le alghe, hanno colonizzato il pianeta Terra come forme di vita primaria e quindi, visto che l’Evoluzione le ha mantenute biologicamente in esistenza, si è deciso di utilizzare il “ fattore antiossidativo” che la Natura ha selezionato come il piu’ efficace e potente in grado di proteggere la debole vita di un organismo monocellulare per milioni di anni.
Per la controllabilità del ciclo di vita della microalga; per l’elevata concentrazione di astaxantina che la microalga produce e per il processo di estrazione che non impiega solventi o qualsiasi forma di organismo geneticamente modificato.
Perché si forma l’astaxantina all’interno della microalga di Haematococcus?
La debole protezione fornita alla microalga dalla sua struttura cellulare trasparente la espone all’intensità della radiazione luminosa e alle sue fluttuazioni; il danno radiativo sul DNA della microalga è limitato dall’autoproduzione di astaxantina naturale che assorbendo i raggi UV della luce protegge la vita della sola cellula che ha a disposizione.
Haematococcus produce l’astaxantina per contrastare fenomeni di degenerazione cellulare che mettono in pericolo la sua sopravvivenza: carenza alimentare, situazioni di stress ambientale, ecc.
Haematococcus genera quindi una molecola di protezione in senso stretto che riduce il danno ossidativo indotto, di qualunque fonte esso sia.
L’astaxantina si forma progressivamente all’interno della cellula microalgale passando da una fase preliminare di maturazione detta fase verde alla cosiddetta fase rossa, che identifica la presenza di astaxantina attiva.
NutriXant® contiene la migliore qualità di astaxantina naturale?
Si; il produttore ASTAREAL AB, è in grado di utilizzare le migliori tecnologie disponibili (fotobioreattori di coltura microalgale a ciclo controllato) per garantire la più alta presenza di sola astaxantina naturale pura e la più bassa presenza percentuale in assoluto tra i prodotti concorrenti di derivati inferiori senza o con minore potere antiossidante (Xantofille diverse, etc) .
Il cliente di NutriXant® ottiene cosi la migliore qualità per il prezzo pagato.
L’astaxantina di NutriXant® è idrosolubile o liposolubile?
L’astaxantina è liposolubile pertanto le capsule di NutriXant® vanno assunte ai pasti con cibo che abbia almeno dei lipidi per poter essere assorbita e veicolata nei vari distretti organici.
Quante capsule di NutriXant®sono consigliate al giorno?
Due capule al giorno apportano 8 mg di astaxantina naturale; la quantità ottimale per chi è sottoposto ad una vita intensa di lavoro o necessita il ripristino del livello antiossidativo dell’organismo per recuperare e sostenere la quotidiana attività con efficienza, riducendo lo stress ossidativo generale.
Come funziona l’assorbimento dell’astaxantina di NutriXant®?
L’astaxantina di NutriXant® richiede 4 ore per essere rilevabile e raggiunge il picco di concentrazione nelle 7-12 ore dopo l’assunzione, per poi dimezzare la propria presenza dopo circa 28-32 ore; tracce di astaxantina sono presenti poi fino a 72 ore. La concentrazione di astaxantina ritorna al livello di preassunzione dopo circa 168 ore (7 gg) .